Daniele Guglielmino, da: Cucine Da Incubo alla rinascita della Trattoria Sicilia di Catania

Daniele Guglielmino, da: Cucine Da Incubo alla rinascita della Trattoria Sicilia di Catania, intervista esclusiva per “Passione per la buona cucina”

Cucine da Incubo è una dei programmi più seguiti in Tv con lo chef stellato Antonino Cannavacciuolo, e, chi è stato senza dubbio protagonista tra le puntate più divertenti per la nostra isola è sicuramente Daniele Guglielmino della Trattoria Sicilia di Catania.

Daniele, raccontami un po’ di te, com’è nata la tua passione per la cucina e dove ti sei spostato per attuarla?
“La mia passione è nata nel 1992 dove lavoravo di stagione in stagione a Rimini, per poi spostarmi a Roma nel 1995, ed infine collocarmi in Sicilia, dove iniziai a realizzare ristoranti miei e lavorare per persone note.
Ho diretto la brigata in una cucina per 2 anni con 400 posti a sedere, bar e pizzeria, in più costituita da 3 aree discoteca in spiaggia che assieme a dei cocktails, facevano rallegrare i miei piatti in terrazza estiva sul mare”.

Il primo piatto perfetto, quello che ricordi con grande soddisfazione e che i tuoi clienti non possono farne a meno quando entrano nel tuo ristorante?
“Uno dei miei migliori piatti realizzati allora e che ancora oggi è di grande richiesta posso dire a gran voce è la pasta pesce spada e melanzane”.

Della tua partecipazione a Cucine da Incubo cosa vuoi dire e soprattutto cosa è cambiato in te, essendo un programma di rilancio?
“Premetto che Cucine da Incubo è uno show televisivo, un format, e dopo anni e anni di provini, esattamente 5, sono riuscito ad avverare il sogno di parteciparvi e conoscere di persona Antonino Cannavacciuolo.” Continua Daniele: “Oggi grazie a Cucine da Incubo e a me, posso dire che ho molti più clienti, diciamo in parole povere che a Catania sono abbastanza conosciuto, e devo tantissimo allo Chef Cannavacciuolo perché se all’epoca la pizzeria andava a singhiozzo oggi va una bomba”.

redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *