Tempo di conserve, tempo di funghi sott’olio

Come fare i funghi sott’olio, questa è la ricetta che faceva mia madre, preparati in questo modo li puoi conservare per oltre un anno in modo impeccabile e la puoi usare per mettere sott’olio tutti i tipi di funghi (porcini, ovoli e anche i funghi coltivati). Prima di cucinare e mangiare funghi occorre essere sicurissimi che siano commestibili.

Funghi sott’olio

Ingredienti

-1 kg di funghi

-1 l aceto di vino bianco
-1 l acqua
-pepe nero in grani
-2 pizzichi di sale
-2 foglie di alloro
-2 spicchi di aglio
-1peperoncino fresco (facoltativo)
-olio extravergine d’oliva q.b

-3 Vasetti circa  con coperchio

Preparazione

Mettere a bollire  in una grande pentola  acqua e aceto in parti uguali,  aggiungere  2 pizzichi di sale, qualche granello di pepe nero e le foglie di alloro. Pulire per bene i funghi, eliminare tutta la terra presente lavandoli velocemente sotto il getto dell’acqua fredda. Non metterli a bagno in acqua, si rovinerebbero.
Tagliare i funghi tutti più o meno delle stesse dimensioni e quando l’acqua giunge a bollore  versarli dentro. Fare giungere nuovamente a bollore e da quel momento calcolare cinque  minuti. Scolare bene in uno scolapasta e sistemarli su di un canovaccio pulito, coperti da altro canovaccio e  farli stare così per tutta  notte, si devono asciugare bene.

Dopo un giorno mettere  in un colino il peperoncino tagliato a pezzetti e gli spicchi di aglio anche tagliati a pezzetti con un pizzico abbondante di sale per circa tre ore prima di usarli. In questo modo perderanno l’acqua.

Sistemare i funghi in una ciotola, strizzare bene l’aglio e il peperoncino (si può usare lo schiaccia patate) per eliminare ogni residuo di acqua e aggiungere ai fughi, versare un filo di olio, mescolare  bene. Una volta conditi  sistemarli nei vasetti e pressare bene,  schiacciare verso il fondo, aggiungere  l’olio fino al bordo del vasetto e pressare ancora.

Nei giorni successivi controllare il livello dell’olio e, se necessario, aggiungerne altro. Devono essere sommersi. In questo modo si conserveranno in dispensa per oltre un anno.

 

Consiglio della nonna

Per sterilizzare i vasetti  lavarli   bene,  e metterli nel microonde, i tappi, non si possono  mettere in microonde. Se non avete il microonde, dopo averli lavati sistemi i vasetti e i tappi in una pentola piena d’acqua e li fare bollire 10 minuti, scolare e fare raffreddare a testa in giù sul canovaccio pulito. Per fare le conserve occorre molta attenzione, se non si seguono le giuste accortezze possono essere pericolose.

Francesca Giarratana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.